Coloriamo l’arcobaleno: online il questionario per insegnanti della scuola primaria

Coloriamo l’arcobaleno, l’indagine conoscitiva sulla percezione sociale delle famiglie omogenitoriali (gay e lesbiche) nella scuola primaria, entra nel vivo con un appello alla partecipazione alle e agli insegnanti delle scuole elementari sarde. E’ online il questionario rivolto al personale docente che segue i focus group e le interviste realizzate in diverse scuole del territorio.

Gentile Insegnante” si legge nell’intestazione della lettera che la dott.ssa Anna Planta, dell’Università di Cagliari, ha inviato a tutte le scuole della Regione “chiedo la Sua collaborazione per il progetto di ricerca “Coloriamo l’arcobaleno” promosso dal MOS e condotto dal Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia dell’Università degli Studi di Cagliari nelle scuole primarie della Sardegna, con la collaborazione delle associazioni AGEDO Cagliari e ARC Onlus e il contributo della Fondazione di Sardegna“.
Un appello alla partecipazione rivolto a tutto il personale docente e non solo alle e agli insegnanti già sensibilizzati, in modo tale da restituire dati quanto più veritieri possibile. Il progetto, avviato alcuni mesi fa, vuole sondare il terreno in vista dell’ingresso nelle scuole delle e dei figli di coppie gay e lesbiche per capire se e come sarà necessario intervenire per prevenire eventuali situazioni di disagio, discriminazione e bullismo “Il tempo speso nella compilazione del questionario sarà per noi prezioso” continua la dott.ssa Planta “e il Suo punto di vista molto utile per poter programmare successivamente interventi di carattere formativo rivolti agli/alle insegnanti allo scopo di informare, sensibilizzare e limitare i fenomeni di bullismo verso le figlie e i figli di famiglie con genitori omosessuali

Il tempo richiesto per la compilazione del questionario è di pochi minuti ed è totalmente anonimo” dicono dal MOS, l’associazione che ha promosso l’indagine. “per cui speriamo nella maggior partecipazione possibile

Link al questionario

Leave a comment